Suvignano tenuta aperta: il 23 giugno in provincia di Siena, l’inaugurazione del podere confiscato alla mafia

Domenica 23 giugno dalle ore 11.00 alle 19.00, tra i comuni di Monteroni d’Arbia e Murlo (Si), si terrà l’inaugurazione della Tenuta di Suvignano, un terreno di oltre 600 ettari con numerosi beni immobili annessi, tutti appartenuti alla criminalità organizzata e giunti a confisca definitiva nel 2007.

Il podere, dal 2019 affidato in gestione alla Regione, in occasione di questo evento ospiterà artisti musicali, produttori enogastronomici locali e, dalle ore 17.00, un dibattito dal titolo “Conoscere le mafie, costruire la legalità”, cui prenderanno parte:

  • ENRICO ROSSI, Presidente della Regione Toscana;
  • VITTORIO BUGLI, assessore alla Presidenza della Regione Toscana;
  • FEDERICA ANGELI, giornalista de La Repubblica;
  • ANTONINO DE MASI, imprenditore calabrese.

Modera: GIANLUCA TESTA.

L’intenzione della Regione è di rendere la tenuta non soltanto un luogo di produzione agricola, ma anche un polo di aggregazione volto alla promozione dei valori della legalità: un campus permanente dove ospitare iniziative per parlare del contrasto alle mafie o soggiorni estivi per i giovani. In particolare, campi della legalità a Suvignano sono già in programma dal 29 giugno all’8 luglio (Arci) e dall’8 al 14 luglio (Libera).

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

INFO SULLA TENUTA DI SUVIGNANO

Condividi