Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie: riparte il progetto con le scuole promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con Avviso Pubblico

La Regione del Veneto ha approvato anche per il biennio 2019-2020 il progetto relativo alla “Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie” – la cui celebrazione è prevista, in base alla legge regionale 48/2012, a Verona il prossimo 20 marzo.

Un progetto promosso e finanziato dalla Regione del Veneto e realizzato da Avviso Pubblico, di cui la Regione è ente socio, e che dall’ultima edizione si svolge anche in collaborazione con Libera Veneto.

Il progetto, giunto quest’anno alla sua quinta edizione, si rivolge alle scuole secondarie di secondo grado ed è finalizzato a far conoscere il fenomeno mafioso, le possibili azioni di contrasto, la legge regionale 48/2012 e la storia di alcune vittime innocenti delle mafie.

È prevista la partecipazione di 14 Istituti secondari di II grado, con 2 classi ciascuno (per un numero complessivo di circa 700 alunni).

La partecipazione è gratuita. Le scuole dovranno unicamente sostenere in autonomia le spese di trasporto per raggiungere la città in cui si svolgerà la Giornata regionale a marzo 2020.

In ciascuna scuola si svolgeranno due incontri con i rappresentanti di Avviso Pubblico e di Libera. Nel primo incontro verrà presentato il percorso che ha portato a istituire la celebrazione della Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie spiegando il significato e il valore della Giornata. Nel secondo incontro ci si concentrerà sul fenomeno mafioso attraverso la presentazione di alcuni dati regionali aggiornati, suggerimenti bibliografici, filmografici, sitografici, che serviranno ai ragazzi da spunto per poi raccontare e produrre un lavoro di rielaborazione del percorso, come prevede il progetto, ricordando la storia di una vittima innocente di mafia.

I lavori saranno presentati nel marzo 2020, in occasione della celebrazione della “Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”.

A seguito della Giornata, si chiederà infine alle scuole di organizzare in autonomia un’iniziativa di restituzione del percorso.

SCARICA IL BANDO

Condividi