Carovana internazionale antimafie: presentate le tappe in Serbia, Romania, Francia e Spagna

carovanaSi è svolta questa mattina, presso la sede della Federazione nazionale della stampa italiana di Roma, la conferenza stampa per la presentazione delle tappe estere della Carovana internazionale antimafie che partirà il 15 ottobre da Roma per raggiungere la Serbia, la Romania, la Francia, la Spagna, fino ad arrivare a Bruxelles nel marzo del 2015. Arci, Avviso Pubblico, Libera, con Cgil, Cisl e Uil e Ligue de l’Enseignement riprendono dunque il loro cammino, dopo aver terminato la parte italiana del viaggio lo scorso 12 ottobre a Siracusa, per raggiungere i paesi esteri nei quali si concluderà l’edizione 2014.

Il tema di questa edizione è quello della tratta degli esseri umani, ormai un core business della criminalità organizzata, che trova laute fonti di guadagno nello sfruttamento della mano d’opera straniera.

Il Coordinatore della carovana, Alessandro Cobianchi, ha spiegato come oggi, nel suo ventennale, “il grande valore della carovana sia combattere l’assuefazione che si è ormai generata su temi importanti, come le tragedie che accadono frequentemente nei nostri mari, spesso relegate a piccole notizie nei giornali”.

canepaLa dottoressa Anna Canepa, sostituto procuratore presso la Direzione nazionale Antimafia a Roma, ha invece sottolineato: “il grande business della criminalità organizzata globale sta puntando moltissimo sulle migrazioni epocali di massa, con cifre che stanno superando quelle della droga”. “La repressione penale, per essere efficace necessita della collaborazione internazionale – ha concluso Anna Canepa – da qui l’importanza della Carovana antimafie, che mi auguro si internazionalizzi sempre più e che riesca ad arrivare sulle sponde di tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo”.

“La Carovana è nata ancor prima di Libera, a seguito dell’effetto devastante delle stragi del ‘92 e ’93 – ha dichiarato Gabriella Stramaccioni,membro dell’ufficio di presidenza di Libera – ed è partita pensando esclusivamente alla Sicilia; dal ‘94 a oggi è servita invece per spiegare ad un Paese distratto che le mafie non sono solo un problema siciliano ma di tutta l’Italia”.

pp“Spesso l’Italia è vista come il Paese delle mafie – ha aggiunto il Coordinatore nazionale di Avviso Pubblico, Pierpaolo Romani – la Carovana racconta invece di una mobilitazione sociale che potremmo definire di “legalità organizzata” capace di mettere in rete associazioni, sindacati e altri soggetti. Nel nostro Paese sono nate associazioni come Libera e Avviso Pubblico che ogni anno incontrano centinaia di migliaia di studenti e, in particolare Avviso Pubblico, raccoglie e diffonde buone prassi amministrative che testimoniano l’esistenza della buona politica”.

Giuseppe Catozzella, autore del libro “Non dirmi che hai paura” (edito Feltrinelli) e testimonial della Carovana ha spiegato: “Per poter vincere la criminalità organizzata è necessario unire e mettere in rete la società civile proprio come fa la Carovana; per questo ho accettato con enorme entusiasmo questo invito e mi riempie di speranza il fatto che si muova anche all’estero”. “In molti casi la letteratura riesce dove la cronaca per saturazione non arriva. Attraverso il mio libro – ha concluso Catozzella – ho cercato quindi di raccontare una storia pregna di dolore, di violenza e di disperazione, ma anche di forza di volontà e di speranza”.

catozzella Il progetto internazionale di Carovana – che quest’anno ha ricevuto a Strasburgo il premio Giovanni Falcone – si realizza insieme a Cartt, Campaign for Awareness Raising and Training to fight Trafficking, che analizza il tema della tratta degli esseri umani nelle varie sfaccettature dello sfruttamento del lavoro: in Francia nel settore dell’edilizia, in Romania nel campo del lavoro minorile, a Malta nell’ambito del turismo.

Ciascuna tappa della Carovana è stata e sarà occasione per condividere idee, informazioni, approfondimenti sui temi affrontati, saldare le esigenze e le proposte dei territori con quelle elaborate nazionalmente, organizzare momenti pubblici di confronto, dare evidenza alle tante buone pratiche diffuse.

[button size=”medium” link=”https://www.avvisopubblico.it/home/wp-content/uploads/2014/10/Le-tappe-estere-della-Carovana-Internazionale-Antimafie.pdf” type=”wide” linking=”new-window”]Le tappe estere della Carovana[/button]

[button size=”medium” link=”https://www.avvisopubblico.it/home/wp-content/uploads/2014/10/Rassegna-Carovana-per-le-tappe-estere.pdf” type=”wide” linking=”new-window”]Scarica la rassegna stampa[/button]

Condividi