BENI CONFISCATI IN VENETO: IL 28 GENNAIO AVVISO PUBBLICO PARTECIPA ALL’INCONTRO DELL’AUSER ALLA CASA DELLA LEGALITA’ DI BADIA POLESINE

I beni confiscati come simbolo di contrasto alle mafie, ripresa di controllo del territorio da parte delle istituzioni e opportunità di sviluppo, saranno al centro del dibattito alla Casa della cultura e della Legalità di Badia Polesine, Rovigo, che ospita il Centro documentazione polesano presieduto da Remo Agnoletto.

L’incontro dal titolo “Beni confiscati in Veneto” è previsto per venerdì 28 gennaio alle 17,00 ed è organizzato dall’Auser Veneto Rete Solidale, finanziato dalla Regione Veneto con risorse del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in collaborazione con Auser Provinciale, Cgil, Spi Cgil, Avviso Pubblico, Ats Salvaterra e Libera Veneto.

Al tavolo dei relatori:

  • Giovanni Rossi, sindaco di Badia Polesine;
  • Sara Quaglia, consigliera referente per Avviso Pubblico
  • Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico;
  • Maria Gallo, presidentessa di Auser regionale;
  • Marinella Mantovani, presidentessa di Auser provinciale;
  • Marco Lombardo, referente coordinamento regionale Libera.

L’incontro sarà moderato da Roberto Fasoli della commissione consultiva di Avviso Pubblico.

Per informazini: Auser Veneto, mail – ufficioprogetti@auser.veneto.it.

Condividi