Avviso Pubblico alla Festa della Legalità e della Responsabilità: il 4 ottobre a Ferrara

Legalità ed amministrazione pubblica, contrasto al gioco d’azzardo, sensibilizzazione ai reati ambientali ed ecomafie, un nuovo focus sulle zoomafie: il calendario della “Festa della Legalità e della Responsabilità” che si svolgerà a Ferrara, dal 26 settembre al 9 ottobre, si presenta quest’anno poliedrico più che mai.

“Il tema della responsabilità, oltre che legalità, sottolinea lo stretto rapporto tra il comportamento virtuoso dei cittadini e la lotta alla criminalità organizzata, cosa che la nostra amministrazione prova a diffondere da anni con forza”, ha dichiarato l’assessore del comune di Ferrara, Chiara Sapigni, referente di Avviso Pubblico per la provincia di Ferrara.

“La Festa, ormai giunta alla sua sesta edizione, dimostra infatti come sia importante continuare a sensibilizzare la cittadinanza sui temi della legalità per tenere sempre alta l’attenzione. Quest’anno abbiamo deciso di focalizzarci su due argomenti in particolare: il gioco d’azzardo e le ecomafie e a tal proposito abbiamo invitato il presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, On. Alessandro Bratti. Ci auguriamo come ogni anno una partecipazione diffusa per migliorare sempre di più le nostre conoscenze e capire cosa ognuno di noi può fare per il proprio territorio”.

La Festa è organizzata dal Centro di Mediazione – Progetto Ferrara Città Solidale e Sicura del Comune di Ferrara, con la collaborazione anche di Avviso Pubblico.

Avviso Pubblico sarà presente all’evento di domenica 4 ottobre, dalle ore 10,00, presso la Sala del Consiglio Comunale, dove si parlerà del rapporto tra amministrazione pubblica e legalità. L’evento, denominato “AMMINISTRATORI PER LA LEGALITA’: sviluppi e considerazioni alla luce dell’inchiesta Aemilia“, vedrà gli interventi di Enzo CICONTE, tra i massimi esperti di criminalità organizzata, che farà il punto sull’inchiesta (conclusa a giugno 2014) che ha messo in luce le collusioni mafiose presenti nel nostro territorio e che richiede quindi un necessario risveglio delle coscienze da parte di amministratori e cittadini.

Per Avviso Pubblico Pierpaolo ROMANI, Coordinatore nazionale dell’Associazione, presenterà così come negli ultimi due appuntamenti della Festa, il  “Rapporto Amministratori sotto tiro” 2014. Un Rapporto, che Avviso Pubblico redige dal 2010, in cui vengono elencati il numero delle minacce e delle intimidazioni mafiose e criminali nei confronti degli amministratori locali e di persone che operano all’interno della Pubblica Amministrazione in tutta Italia.

Oltre a riportare i dati, il Rapporto analizza il fenomeno nella sua complessità, individuando le Regioni e le Province più colpite e distinguendo le intimidazioni e le minacce per tipologia, attraverso una dettagliata analisi, supportata anche da grafici e da pareri degli esperti.

Durante l’incontro verrà premiato come “Cittadino Responsabile” il Magistrato Antonino di Matteo.  Il magistrato, che non potrà essere presente ma ha annunciato una sua prossima venuta a Ferrara, riceve il premio su impulso del Consiglio Comunale di Ferrara, che ha votato in tal senso il 18 maggio 2015.

Introdurrà e coordinerà Chiara SAPIGNI, Assessore alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari del Comune di Ferrara e referente provinciale di Avviso Pubblico. L’incontro sarà anche inserito nel programma partecipato di “Internazionale a Ferrara 2015” e verrà trasmesso in diretta streaming sulla pagina “ConsiglioWeb” del Comune di Ferrara.

Per le altre iniziative guarda il programma del festival

La rassegna cinematografica sul tema della legalità continuerà anche 21nel mese di NOVEMBRE 2015. Presso il Cinema Boldini, dalle 18, verranno proposti i seguenti film:

11 novembre – LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE

18 novembre – LA NOSTRA TERRA

25 novembre – NOI E LA GIULIA

Nell’ambito delle iniziative per la legalità, organizzate dal Comune di Ferrara e sostenute dalla regione Emilia Romagna, si darà corso a una nuova progettualità per le scuole medie superiori, per i mesi di novembre e dicembre 2015, con l’apporto del Teatro Giolli, esperto nella sperimentazione teatrale. Un percorso che vedrà i ragazzi confrontarsi col tema del sopruso, della violenza e della responsabilità, facendoli riflettere su situazioni tipiche della loro fascia d’età.

 

Condividi