APPALTI, MAFIE E CORRUZIONE: IL 3 DICEMBRE I SECONDO INCONTRO DI FORMAZIONE CON LA REGIONE VALLE D’AOSTA E AVVISO PUBBLICO

Proseguono gli incontri del ciclo formativo online promosso dalla Regione autonoma della Valle d’Aosta in collaborazione con Avviso Pubblico per la “Prevenzione e il contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata di stampo mafioso”.

Il prossimo seminario, dal titolo “Appalti, mafie, corruzione” è in programma per venerdì 3 dicembre dalle ore 10,00 alle 13,00, sulla piattaforma Zoom.

Interverranno:

  • Pierdanilo Melandro, avvocato specializzato in contratti pubblici, Dirigente della Centrale di committenza della Regione Marche;
  • Massimo Ricchi, avvocato, esperto di Partenariato Pubblico-Privato e finanza di progetto.

Obiettivo del seminario è inquadrare l’attività di contrasto a mafie e corruzione da parte dell’Ente Locale, muovendo dalla normativa per declinarne le ricadute pratiche nell’azione amministrativa. Saranno evidenziate alcune buone prassi presenti nel nostro Paese e si problematizzerà la relazione corruzione-appalti, andando oltre gli stereotipi che identificano nella dimensione dell’opera e nella fase di gara gli elementi di maggiore rischio corruttivo.

Per partecipare ai seminari online è necessario prenotarsi entro le ore 13,00 del giorno precedente alla data dell’evento: si dovrà inviare una mail ad organizzazione@avvisopubblico.it, indicando l’ente o la struttura di appartenenza e il seminario al quale si vuole partecipare.

Gli appuntamenti successivi saranno i seguenti:

  • 10 dicembre “Il contrasto al riciclaggio”
  • 17 dicembre “Corruzione sistemica e cittadinanza monitorante”

Il ciclo di seminari online (quattro in tutto), il primo dei quali si è svolto il 26 novembre, sono rivolti ai Dipendenti della Regione Valle d’Aosta, degli Enti Locali e del complesso delle Pubbliche Amministrazioni. È questo il target del percorso formativo realizzato da Avviso Pubblico, con l’obiettivo di ampliare le azioni di contrasto e di prevenzione della corruzione e delle infiltrazioni mafiose, rinforzando le capacità di lettura e di riconoscimento dei fenomeni e dei rischi presenti nell’operare della Pubblica Amministrazione.

Condividi