Aggredito il Comandante della Polizia Municipale di Capurso (BA), Alessandro Costanza. Il comunicato di Avviso Pubblico

Ancora un’aggressione fisica nei confronti dei rappresentanti della Polizia locale. Nel mirino stavolta il Comandante di Capurso (Bari), Alessandro Costanza.  L’atto di violenza, denunciato dal Sindaco Francesco Crudele, è stato messo in atto da due soggetti, conosciuti alle forze dell’ordine, all’interno del comando: dopo ripetute minacce di morte hanno sferrato un pugno al Comandante Costanza e si sono dileguati.

“Il Sindaco Crudele ed il Comandante Costanza hanno la sola ‘colpa’ di far rispettare le leggi e i regolamenti locali – ha evidenziato Michele Abbaticchio, Sindaco di Bitonto e Vicepresidente di Avviso Pubblico – Come Avviso Pubblico incoraggiamo gli amministratori locali a farsi carico di un messaggio fondamentale, per Capurso, per la Puglia e per tutto il territorio nazionale: la promozione della cultura della legalità”.

“La verità è che al Sud ci sono amministratori e dipendenti pubblici che stanno impostando un nuovo modo di rapportarsi con i cittadini – ha dichiarato Davide Carlucci, Sindaco di Acquaviva delle Fonti e coordinatore provinciale di Avviso Pubblico – Un modo di rapportarsi che non è più improntato sui favori e sulla tolleranza delle illegalità. Questo provoca reazioni rabbiose come quella di Capurso”.

Nell’esprimere la propria solidarietà e vicinanza al Comandante Costanza, al Sindaco e all’Amministrazione comunale di Capurso, Avviso Pubblico evidenzia come gli attacchi rivolti alla Polizia Locale, sotto forma di aggressioni, minacce e intimidazioni reiterate, sono una drammatica consuetudine in diversi territori del Paese.

Come associazione continueremo a monitorare il fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali e del personale della Pubblica amministrazione, censimento che effettuiamo dal 2011 attraverso il Rapporto “Amministratori sotto tiro”.

 

 

 

Condividi