TREZZANO INTITOLA LA SALA CONSILIARE AD ANGELO VASSALLO, IL SINDACO PESCATORE UCCISO DALLA CAMORRA

L’impegno in difesa dell’ambiente e un’idea di ecologia slegata dalle logiche criminali di sfruttamento dei beni comuni gli è costata la vita in un attentato camorristico il 5 settembre 2010. Ma la lezione di Angelo Vassallo, conosciuto anche come il sindaco pescatore per aver ispirato da giovane la rivolta dei pescatori del suo comune, è ancora un esempio per molti, tanto che a marzo il Consiglio comunale di Trezzano sul Naviglio ha deciso di intitolare a lui e a tutte le vittime innocenti di mafia la sala assembleare della città, accogliendo la proposta del presidio di Libera del Sud ovest Milano.

La cerimonia di intitolazione è prevista per sabato 20 novembre alle ore 15.30 presso il Centro Socio Culturale “C. A. Dalla Chiesa” di via Manzoni 10/12 dove, al primo piano, si riunisce il Consiglio comunale.

«La scorsa primavera – spiega il sindaco di Trezzano Fabio Bottero e coordinatore regionale di Avviso Pubblico che aprirà la cerimonia – il Consiglio comunale ha scelto di dare un forte segnale di unità alla città, dedicando a un uomo dello Stato, un sindaco, il luogo dove si prendono le decisioni per il bene della comunità nel rispetto delle leggi. Abbiamo atteso di poter organizzare la cerimonia in presenza, insieme alla nostra comunità, a una settimana dall’insediamento del nuovo Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi: affidiamo anche a loro questa preziosa targa, ai nostri ragazzi vogliamo e dobbiamo trasmettere i valori dell’onestà, della legalità, dell’amore per la giustizia».

All’evento, con il sindaco Fabio Bottero e il presidente del Consiglio comunale Claudio Albini,
interverranno Michela Palestra, vicesindaca della Città metropolitana di Milano, Nicola Leoni, sindaco di Gazoldo degli Ippoliti e vice presidente nazionale di Avviso Pubblico e Lorenzo Sanua, referente del presidio di Libera Sud Ovest Milano “Angelo Vassallo”. Con loro anche Dario Vassallo, fratello del Sindaco Pescatore.

«Il grave atto vandalico dei giorni scorsi ai danni del monumento dedicato al giudice Giovanni Falcone e alle vittime della strage di Capaci – spiega ancora il sindaco Bottero – ci ricorda l’urgenza di lavorare coesi per affrontare l’emergenza educativa e di contrastare con azioni positive l’inciviltà, l’ignoranza e il disprezzo verso la storia del nostro Paese e di chi ha dato la vita per la lotta contro le mafie e le ingiustizie. Conoscere la storia di Angelo Vassallo, attraverso suo fratello Dario che ci onorerà della sua presenza, sarà certamente un’opportunità importante”.

Dopo la cerimonia di intitolazione, Dario Vassallo presenterà il libro “La verità negata”,
scritto con Vincenzo Iurillo e pubblicato nel 2020, a dieci anni dalla morte del sindaco
pescatore. Dieci anni trascorsi alla ricerca della verità, percorrendo l’Italia, incontrando migliaia di cittadini e amministratori. Letture a cura di Micaela Turrisi.

Per info contattare comunicazione@comune.trezzano-sul-naviglio.mi.it

LA LOCANDINA DELL’EVENTO

Condividi