MINACCE AL COMANDANTE DEI VIGILI DI ARZANO (NAPOLI). IL COMUNICATO DI AVVISO PUBBLICO

«La vicenda che ha coinvolto il comandante dei vigili di Arzano è di estrema gravità e si aggiunge a tanti altri fatti che nel territorio del napoletano si sono succeduti nel corso degli ultimi mesi. Questo dimostra che la criminalità organizzata è ancora presente in queste terre in modo estremamente violento e aggressivo. Non è possibile, come ha detto il sindaco di Arzano, limitarsi alla solidarietà: è necessario che lo Stato, con tutte le sue componenti, faccia sentire con forza la sua presenza in queste terre». È il commento di Renato Natale, Vicepresidente di Avviso Pubblico e sindaco del Comune di Casal di Principe (Ce) al grave episodio di intimidazione ai danni di Biagio Chiarello, comandante del corpo del Vigili urbani di Arzano. Sui muri del parco auto della Polizia locale, infatti, è comparso un manifesto funerario contro il comandante del corpo, da tempo impegnato nella lotta ai clan locali. Un avvertimento in pieno stile mafioso, che dà l’idea del clima di tensione che si respira nella cittadina in provincia di Napoli.

«Non è accettabile che ci siano persone che oggi, nel 2022, mentre è in corso una guerra che incombe sulle nostre teste, pensi a minacciare funzionari dello Stato, funzionari degli Enti locali, al fine di perseguire i propri profitti e i propri interessi. È necessario che lo Stato dia subito prova di una presenza forte innanzitutto ad Arzano, ma poi anche in altri luoghi dove la violenza criminale si è fatta sentire e si è resa presente in questi ultimi tempi», conclude il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, che mercoledì 9 marzo sarà ad Arzano a testimoniare la solidarietà di Avviso Pubblico al comandante Chiarello, ribadendo la vicinanza della nostra associazione ai funzionari pubblici minacciati nel corso della propria attività di contrasto alla cultura criminale.

Condividi