Maria Zagaria, studentessa di Casal di Principe, riceve l’onorificenza “Alfiere della Repubblica” dal Presidente Sergio Mattarella

Maria Zagaria, la studentessa della scuola media  “Dante Alighieri” di Casal di Principe, che nel 2018 scrisse una lettera al sindaco Renato Natale  chiedendogli “uno spazio dove incontrare gli altri ragazzi, dove leggere e confrontarsi”, ha ricevuto l’onorificenza “Alfiere della Repubblica” dal Presidente Sergio Mattarella.

Le onorificenze sono state conferite a 25 giovani che – si legge sul sito della Presidenza della Repubblica – “si sono distinti come costruttori di comunità, attraverso la loro testimonianza, il loro impegno, le loro azioni coraggiose e solidali. Sono giovani che rappresentano modelli positivi di cittadinanza e che sono esempi dei molti ragazzi meritevoli presenti nel nostro Paese. Accanto ai 25 Attestati d’onore son ostate consegnate anche tre targhe per azioni collettive, sempre ispirate a valori di altruismo e al senso di responsabilità verso il bene comune”.

Si legge nella motivazione dell’onorificenza conferita a Maria Zagaria: 

Per l’impegno e la tenacia con i quali ha sostenuto il suo progetto di realizzare una biblioteca a Casal di Principe: obiettivo raggiunto grazie a una mobilitazione che ha coinvolto la città e il mondo della cultura”.

Maria ama i libri e la cultura, e grazie alla sua determinazione oggi la sua città, Casal di Principe, ha una biblioteca aperta ai giovani e a tutti i cittadini. Questa storia comincia nel 2016, quando Maria scrive al sindaco chiedendo “un posto dove confrontarsi e studiare con gli amici, dove i compaesani possano ritrovarsi e stare in compagnia a fare dibattiti su argomenti di attualità, ma soprattutto un posto dove coltivare la passione per la lettura”. Il sindaco le promette di realizzare il suo sogno e con l’aiuto di alcuni volontari di Solesino (Padova), i quali si rivolgono al Consorzio delle biblioteche della loro provincia, fa arrivare in Campania 1.500 volumi, la prima pietra della biblioteca. Manca ancora la sede ma viene divisa a metà la sala consiliare: la biblioteca nasce così nel Palazzo del Comune. Questa bella storia di riscatto ha avuto risalto nazionale e il mondo culturale si è mobilitato: sono arrivati libri da tutta Italia e alcuni scrittori si sono recati a Casal di Principe a parlare di cultura e libri con i ragazzi della biblioteca. Nell’aprile 2019 è arrivata a Casal di Principe anche la Fondazione Bellonci con i 12 finalisti del Premio Strega”.

Le motivazioni delle 25 Onorificenze

 

Condividi