Lotta alla criminalità organizzata: l’Unione Europea presenta una nuova strategia

Il 14 aprile 2021, la Commissione Europea ha presentato una nuova strategia dell’UE per contrastare la criminalità organizzata, incentrata sul rafforzamento della cooperazione tra autorità di contrasto e autorità giudiziarie, per combattere le strutture della criminalità organizzata e i reati altamente prioritari, eliminare i proventi di reato e apportare una risposta moderna agli sviluppi tecnologici.

I gruppi della criminalità organizzata continuano a svilupparsi ed evolversi, come dimostra il loro rapido adattamento alla pandemia di coronavirus, per esempio attraverso l’aumento della contraffazione dei dispositivi medici e la criminalità online. Quelli attivi in Europa sono coinvolti in una serie di attività criminali, tra cui essenzialmente traffico di stupefacenti, reati organizzati contro il patrimonio, frodi, traffico di migranti e tratta degli esseri umani. Nel 2019 i proventi da attività illecite nei principali mercati criminali rappresentavano l’1 % del PIL dell’UE, pari a 139 miliardi di EUR. 

La strategia definisce gli strumenti e le misure da sviluppare nei prossimi cinque anni per smantellare il modello operativo e le strutture delle organizzazioni criminali a livello transfrontaliero, sia online che offline.

 

Condividi