Intitolazione aeroporto di Comiso a Pio La Torre. Gurrieri: “Giusto riconoscimento ad un uomo che per anni ha lottato contro il sistema di potere politico-mafioso”

imgres-1Sabato 7 giugno, alle ore 10,00 presso l’aeroporto di Comiso (RG), si svolgerà la cerimonia per l’intitolazione dell’aeroporto a Pio La Torre.A rappresentare Avviso Pubblico ci sarà il Vicepresidente e assessore del Comune di Vittoria, Piero Gurrieri.

“Siamo compiaciuti che finalmente sia stata garantita attuazione, non solo ad una volontà espressa anni fa dalle istituzioni del Comune di Comiso, ma anche ad un auspicio manifestato da larga parte della società siciliana e dell’intero paese – ha dichiarato Gurrieri – che, al di là di ogni collocazione politica, ha ritenuto l’intitolazione dell’aeroscalo di Comiso a Pio La Torre quale giusto riconoscimento ad un uomo, ad un politico e ad un parlamentare che ha per anni percorso le strade di questo territorio, coniugando alla perfezione la lotta contro la mafia con quella per il disarmo e la pace”.

L’articolo di Franco La Torre

32 anni dopo

di Franco La Torre il 5 giugno 2014. L’analisi

Pio La Torre torna a Comiso 32 anni dopo le grandi manifestazioni per la pace.
Veramente c’era tornato 7 anni fa ma, dopo circa un anno, come un ospite non gradito, lo avevano rispedito, da dove era venuto. Questa dovrebbe essere la volta buona e si dovrebbe fermare a lungo. In tanti lo hanno sostenuto ed accompagnato in questo viaggio. Quelli che lo hanno conosciuto e hanno condiviso l’impegno pacifista, quello per il riscatto della Sicilia e dei siciliani e quello contro il sistema di potere politico-mafioso. Quelli che non lo hanno conosciuto ma ne tengono viva la memoria con il loro impegno e la loro testimonianza. Penso al Centro Pio La Torre, ad Articolo 21 a Libera Informazione e a Change.Org e alle oltre 30.000 persone, che ci hanno messo la firma, perché l’aeroporto di Comiso tornasse ad essere intitolato a Pio La Torre. Penso agli studenti e ai loro insegnanti, che mi hanno invitato, in questi anni, perché volevano parlare di mio padre, penso a Libera e ad Avviso Pubblico, che non dimenticano mai e che ne hanno fatto una bandiera della loro azione quotidiana. Penso alla buona politica, che vuole proseguire nel solco da lui segnato. Penso a coloro che si sono opposti alla decisione di intitolargli l’aeroporto di Comiso, ritenendo che Comiso meriti di meglio e a loro ricordo quanto scritto nel Decreto del Presidente della Repubblica di conferimento della medaglia d’oro al merito civile a Pio La Torre: “Fulgido esempio di elevatissime virtù civiche e di rigore morale fondato sui più alti valori sociali spinti fino all’estremo sacrificio.” Con tutti vorrei condividere l’emozione e la soddisfazione, convinto che la scelta d’intitolargli l’aeroporto sarà un modo per continuare il suo impegno per Comiso e i Comisani, per la Sicilia e l’Italia tutta.

Condividi