Il Comune di Torre di Mosto (VE) aderisce ad Avviso Pubblico. L’intervista al Sindaco Camillo Paludetto

Il Comune di Torre di Mosto, in provincia di Venezia, ha aderito alla nostra Associazione. Ad illustrare le ragioni di questa scelta il Sindaco della città, Camillo Paludetto.

camillo_paludetto
Camillo Paludetto, Sindaco di Torre di Mosto

Da quanto tempo ricopre la carica di Sindaco?

Sono stato eletto Sindaco del Comune di Torre di Mosto nel 2010.

Perché il suo Comune ha deciso di aderire ad Avviso Pubblico?

Per sostenere e ribadire l’importanza degli ideali di trasparenza e di lotta alla corruzione. Due importanti valori che tutti gli amministratori degli Enti Pubblici devono sempre aver presente, soprattutto nelle realtà dei Comuni dove il rapporto tra istituzione e cittadino è il più vicino e diretto.

Cosa significa per lei impegnarsi per l’affermazione della legalità e della giustizia contro le mafie e l’illegalità?

E’ prima di tutto un impegno che si sostiene giorno per giorno attraverso una mobilitazione collettiva ed un costante dispiegamento delle migliori energie della società, allo scopo di trasmettere e diffondere la memoria storica delle drammatiche e tragiche vicende vissute dall’Italia negli scorsi decenni. Doverosa è l’alimentazione della cultura della legalità e soprattutto l’affermazione di una rinnovata mentalità, improntata a resistere e reagire alle pressioni della mafia. Per sconfiggere la mafia e la criminalità sono fondamentali la qualità della politica, il prestigio delle Istituzioni, l’efficienza e la trasparenza delle Pubbliche Amministrazioni.

Quali attività e progetti il suo Comune ha messo in atto per promuovere una cultura della legalità democratica?

Da quando rivesto la carica di Sindaco abbiamo organizzato varie iniziative volte a promuovere la cultura della legalità e a sensibilizzare la cittadinanza su questo tema. E’ presente nel territorio l’Associazione “SOS Italia Libera”, alla quale è collegato un osservatorio regionale sperimentale sull’usura; nel 2012 è stato inaugurato il “Muro della Legalità”, presso la Scuola secondaria di I° grado “G.Leopardi”, dove abbiamo scelto di dipingere ogni anno il volto di un personaggio dell’antimafia, così da far rivivere la memoria di questi eroi e farli entrare nel cuore e nella mente degli alunni; in occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario dall’Unità d’Italia, è iniziato un percorso di educazione alla cultura della legalità in cui sono stati coinvolti tutti gli alunni delle Scuole primarie e secondarie di I° grado.

Stemma
Il Comune di Torre di Mosto ha recentemente aderito ad Avviso Pubblico

Quali ostacoli ha incontrato e quali situazioni hanno favorito il suo operato su questo versante?

Fortunatamente le varie iniziative promosse non hanno incontrato ostacoli, piuttosto, in senso contrario, ho riscontrato un forte gradimento degli sforzi di questa Amministrazione da parte della cittadinanza, notando altresì grande interesse e slancio soprattutto nei più giovani, facendomi ben sperare verso il futuro.

Cosa chiede ai partiti e a chi ci governa oggi per lottare più efficacemente contro la mafia?

A tutti i partiti e al Governo chiedo di approvare le leggi ed i provvedimenti promulgati in materia di anti corruzione, affinchè non rimangano solo dei testi sulla carta ma diventino uno strumento efficace e concreto per le Istituzioni nella lotta contro la criminalità organizzata.

[box type=”info”]Breve biografia di Camillo Paludetto

Nato a Torre di Mosto, il 16 gennaio del 1958, da quasi quindici anni è impegnato nell’attività politica. Nel 2005 viene eletto consigliere del Comune di Torre di Mosto e dal 2009 al 2014 è consigliere provinciale presso la Provincia di Venezia. Nel 2011 viene inoltre eletto Presidente della Conferenza dei Sindaci del Veneto Orientale. Dal 2010 è Sindaco di Torre di Mosto.

[/box]
Condividi