IL SUD DICE NO ALLA MAFIA, LE INIZIATIVE DEL COMUNE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI PER RICORDARE IL SACRIFICIO DI GIOVANNI FALCONE

Il Comune di Acquaviva delle Fonti ricorda la strage di Capaci con la manifestazione “Il Sud dice no alla mafia” lunedì 23 maggio alle ore 18.00 con un concerto di “Bandaviva”, la Banda musicale giovanile della città, composta da studenti del Liceo musicale Don Milani. La manifestazione, in collaborazione con la rete Recovery Sud, è patrocinata da Avviso Pubblico.

Il concerto di Bandaviva si svolgerà nella Cassarmonica di piazza Vittorio Emanuele a partire dalle 17.57 quando, raccogliendo l’invito dell’Anci, il sindaco Carlucci osserverà un minuto di silenzio per ricordare il sacrificio di Falcone e della sua scorta. Subito dopo, i ragazzi eseguiranno un repertorio di brani come “Pensa” di Fabrizio Moro e colonne sonore di film sulla mafia, trascritte e arrangiate dal direttore Giuseppe Smaldino e da Francesco D’Aniello, il docente che coordina il progetto Interreg Apollo Lands che ha permesso la formazione della banda.
L’amministrazione comunale vuole celebrare «tutti coloro che in questi anni, prima e dopo Falcone, hanno combattuto contro lo strapotere dei clan», spiega il sindaco di Acquaviva delle fonti, Davide Carlucci. E per questo è stato concepito come «l’inizio di un percorso di presa di coscienza e di sensibilizzazione sui temi della legalità da proseguire fino al 19 luglio, quando ricorreranno l’anniversario della strage di via D’Amelio».

scarica il programma

Condividi