OMICIDIO A CADELBOSCO DI SOPRA (RE): LA SOLIDARIETA’ E VICINANZA DI AVVISO PUBBLICO AL SINDACO LUIGI BELLARIA

«A Luigi Bellaria, sindaco di Cadelbosco di Sopra, va tutto l’apprezzamento per la reazione pubblica che ha voluto da subito mettere in campo organizzando la fiaccolata di sabato 30 ottobre, a cui già un nutrito numero di sindaci ha garantito adesione, tra cui tanti della rete di Avviso Pubblico. È indubbio che questo episodio di cruda violenza faccia riecheggiare nella mente forme di esecuzione, proprie di certa criminalità, che il processo Aemilia ha portato alla luce con forza». È il commento a caldo di Emanuele Cavallaro, sindaco di Rubiera e coordinatore di Avviso Pubblico per la provincia di Reggio Emilia, dopo la violenta esecuzione del ventottenne Salvatore Silipo, ucciso dal pregiudicato Dante Sestito davanti al fratello e al cugino della vittima.

Di «intollerabili azioni di violenza», parla Mariaelena Mililli, vicesindaco di Maranello e coordinatrice regionale di Avviso Pubblico Emilia Romagna. «Ancora di più – spiega Mililli – se sono aggravate dal movente di stampo criminale e maturate negli ambienti del crimine organizzato. È chiaro che quanto emerge delle cronache non può che accendere un campanello d’allarme per tutti. Per questo è necessario stare a fianco di quei sindaci e amministratori locali che lavorano quotidianamente nel solco della legalità, creando spazi di pratica amministrativa democratica e trasparente per le proprie comunità.

«L’intenso lavoro degli inquirenti ed il pronto arresto del probabile responsabile dell’accaduto da parte delle Forze dell’Ordine – spiega ancora Cavallaro – permettono di credere che presto potrà essere fatta maggiore chiarezza sull’accaduto. Crediamo, tuttavia, che sia importante coinvolgere i cittadini e le istituzioni in una riflessione sull’accaduto, in una mobilitazione che respinga questa barbarie. Una “esecuzione” non è un fatto privato, ma un orrore che deve scuotere le coscienze di tutti. La cultura della violenza non appartiene alle nostre comunità», ha concluso Emanuele Cavallaro, ribadendo la piena solidarietà e vicinanza di Avviso Pubblico al primo cittadino di Cadelbosco di Sopra e a tutti i membri della sua comunità.

Condividi