Le mani delle mafie su accoglienza agli immigrati e attività economiche, da Nord a Sud. Il plauso di Avviso Pubblico alle DDA e alle forze di Polizia di Catanzaro e Milano

Avviso Pubblico esprime il più vivo e sentito plauso ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro e di Milano, nonché alle forze di Polizia, che nei giorni scorsi, con grande competenza e professionalità, hanno portato a termine due inchieste che hanno visto coinvolti importanti clan di ‘ndrangheta (‘ndrina degli Arena) e di Cosa nostra (Clan Laudani), in Calabria e in Lombardia.

Le inchieste dimostrano ancora una volta come, da una parte la gestione dei centri di accoglienza per migranti – persone gestite a loro volta da spietati trafficanti di esseri umani – sia diventata una delle attività in cui i mafiosi si sono inseriti, grazie anche alla complicità e alla corruzione di funzionari e dirigenti pubblici e dall’altra, sempre ricorrendo alla corruzione, come la penetrazione del crimine organizzato al Nord si manifesti innanzitutto nel comporto economico.

A fronte di quanto emerso a Catanzaro e a Milano ci conforta vedere confermata l’attenzione e l’operatività degli organi di indagine e repressione. Tutto questo è importante ma non basta. Contro le mafie serve un’etica della responsabilità individuale e collettiva, nonché una cittadinanza, una politica e un sistema economico-finanziario che siano e si dimostrino credibili e responsabili.

Al Parlamento e al Governo, Avviso Pubblico insieme ad altre associazioni e alle maggiori sigle sindacali ha chiesto pubblicamente e con forza, tramite un Appello, l’approvazione di specifiche proposte di legge, una delle quali riguarda la riforma del Codice antimafia che, auspichiamo, venga votata in tempi rapidi dal legislatore.

 

 

 

 

 

 

 

Resta informato sull'attività di Avviso Pubblico!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Posted in: