Grave attentato ad un collaboratore del Sindaco di Montecorvino Rovella (Sa). Il comunicato di Avviso Pubblico

Un atto intimidatorio gravissimo e scioccante quello che si è consumato domenica a Montecorvino Rovella. Giampiero Delli Bovi, avvocato civilista e collaboratore del neo Sindaco Martino d’Onofrio, ha perso entrambe le mani per l’esplosione di un pacco bomba, recapitato davanti al cancello della sua abitazione.

“Ancora una volta la violenza incrocia la vita delle persone che scelgono di impegnarsi nelle Istituzioni – ha dichiarato Roberto Montà, Sindaco di Grugliasco e Presidente di Avviso Pubblico – La nostra Associazione esprime solidarietà e vicinanza a Giampiero Delli Bovi, al Sindaco d’Onofrio e alla comunità di Montercovino Rovella. Quanto accaduto non deve lasciare indifferenti le Istituzioni, chiamate a far sentire la propria presenza sul territorio campano, minato da un messaggio che assume i connotati di un avvertimento di stampo mafioso. Esprimiamo fiducia nel lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine, allo scopo di assicurare alla giustizia i responsabili e i mandanti di questo terribile gesto”.

Dal 2011 Avviso Pubblico denuncia costantemente, attraverso i numeri e le storie raccontate nel Rapporto annuale “Amministratori sotto tiro”, come svolgere il ruolo di amministratore locale in Italia sia diventata un’attività non soltanto più difficile, ma anche più rischiosa e pericolosa.

Sono stati 537 atti intimidatori censiti nel 2017, una minaccia ogni 16 ore. La Campania lo scorso anno è stata la regione più colpita, con 86 atti di intimidazione e minaccia registrati da Avviso Pubblico. Dal 2015 al 2017 le minacce rivolte a Sindaci, assessori, consiglieri, collaboratori e dipendenti pubblici in Campania sono state 224. Un assedio quotidiano diventato insostenibile.

 

Condividi