Gioco d’azzardo in Italia: pubblicato il Libro Blu con i dati ufficiali sul 2017. Sul nostro sito una sintesi del documento

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha reso disponibile il 5 dicembre 2018 il cosiddetto Libro Blu 2017 , pubblicazione annuale che riporta i dati principali – Raccolta, Spesa, vincite, incassi erariali – sul mercato del gioco d’azzardo legale in Italia.

Sul nostro è disponibile una scheda di sintesi del documento.

La pubblicazione, come da prassi consolidata, era attesa già dalla scorsa primavera. L’ADM aveva fornito alcuni dati parziali sul 2017 in documenti quali il Bilancio di Esercizio e la Relazione gestionale. Alcuni dati contenuti in questi due documenti – come l’ammontare complessivo della Spesa – sono stati successivamente corretti nel Libro Blu.

Il volume di denaro giocato dagli italiani nel 2017 è aumento del 6%, attestandosi sul valore di 101,8 miliardi. In leggero calo la Spesa e gli incassi erariali.

Viene confermato il trend degli ultimi anni, relativo alla crescita della Raccolta online (cd. gioco a distanza), aumentata del 26% in un anno. Sono inoltre disponibili dati e tabelle relative alla Raccolta suddivisa per regione e per tipologia di gioco.

Dal Libro Blu emerge una riduzione del 10% del numero di AWP (note come slot machine) presenti sul territorio nazionale a fine 2017. Nel mese di giugno di quest’anno l’ADM ha annunciato di aver portato a compimento l’annunciata riduzione del 35% di AWP, per un totale di oltre 147.000 apparecchi dismessi.

Si ricorda che sul sito di Avviso Pubblico è disponibile un’ampia documentazione sui provvedimenti adottati a livello nazionale, regionale o locale, per ridurre l’offerta e la domanda di gioco e contrastare il GAP, con riferimento a differenti profili (ricollocazione delle sale da giocorequisiti delle sale da giocopubblicità, incentivi per gli “esercizi no slot”, campagne di sensibilizzazione e prevenzione).

Condividi