Gioco d’azzardo e scommesse. Atti di indirizzo e sindacato ispettivo

Qui di seguito è riportata una selezione degli atti di indirizzo e di controllo presentati in questa legislatura, a partire da quelli di cui si è già concluso l’iter parlamentare. Sulla tematica del gioco d’azzardo vedi la sezione del sito di Avviso Pubblico, con l’analisi della normativa nazionale, regionale e locale e della giurisprudenza.


Atti di indirizzo

E’ stata presentata al Senato, il 20 aprile 2016, la mozione 1-00563 sulla valorizzazione di tutte le misure adottate da regioni ed enti locali per il contrasto della ludopatia, anche in previsione dell’adozione delle nuove linee guida da parte della Conferenza unificata Stato autonomie locali.

E’ stata presentata il 4 aprile 2016 una risoluzione (Atto camera 7-00955) riguardante l’eliminazione delle scommesse sulle partite del calcio dilettantistico.

La Commissione Finanze della Camera ha avviato il 30 settembre 2015 l’esame della risoluzione 7/00728 per l’adozione da parte del Governo di misure urgenti volte a superare le incertezze dell’attuale quadro normativo sulle procedure di autorizzazione all’apertura delle sale da gioco. Nella seduta del 28 ottobre 2015 è stato approvato un nuovo testo della risoluzione (8-00143) con il parere favorevole del Governo.

Il Senato, nel corso della discussione dei disegni di legge in materia di riforma della RAI e del servizio pubblico radiotelevisivo (seduta del 30 luglio 2015), ha approvato un ordine del giorno (G5.418), con il quale si impegna il Governo ad introdurre il divieto assoluto di trasmissione di spot sul gioco d’azzardo. Per sollecitare l’adozione dei conseguenti provvedimenti, è stata presentata la mozione 1-00470.

La Camera ha avviato il 16 gennaio 2015 la discussione su alcune mozioni concernenti iniziative per il contrasto del gioco d’azzardo. Nella seduta del 12 marzo 2015 è stata approvata – con il parere favorevole del Governo – la mozione n. 1-00710, che impegna il Governo ad una sollecita attuazione della legge delega ed all’adozione di una serie di misure per potenziare l’attività di monitoraggio e prevenzione del fenomeno del gioco d’azzardo, con particolare riferimento alla tutela dei minori; è stato approvato anche il dispositivo (non la premessa) della mozione n. 1-00759 (per approfondimenti leggi questa scheda).

In precedenza il Senato, al termine della discussione del 4 settembre 2013 e 5 settembre 2013 su alcuni atti di indirizzo contro la diffusione del gioco d’azzardo, ha approvato l’ordine del giorno G1 (testo 2) che impegna il Governo, tra l’altro, a migliorare ed intensificare i meccanismi di rilascio delle concessioni e di controllo sulle persone fisiche e giuridiche concessionarie – italiane ed estere – anche al fine di contrastare i fenomeni di riciclaggio del denaro sporco e le infiltrazioni della criminalità organizzata.

Il 16 dicembre 2015 è stata presentata al Senato una nuova mozione che invita il Governo ad adottare una serie di misure, d’intesa con regioni ed autonomie locali, per contrastare il gioco d’azzardo patologico e limitare fortemente i messaggi pubblicitari (AS 1-00499).


Interrogazioni e interpellanze: iter concluso

Il Vice ministro per l’Economia ha risposto alla Camera, il 2 marzo 2017 all’interrogazione 5-10711 sulle misure adottate per contrastare il gioco on line illegale e sulle indagini riguardanti la presenza della criminalità organizzata, fornendo chiarimenti anche sull’attuale disciplina della pubblicità

Il Vice ministro per l’Economia ha risposto il 9 febbraio 2017, presso la Commissione Finanze della Camera, all’interrogazione 5-10523 sulle misure per rafforzare il contrasto preventivo al gioco illegale, alla luce anche di una recente inchiesta della magistratura sulla gestione di una piattaforma illegale di gioco on line da parte di un gruppo criminale.

Il Vice ministro per l’Economia ha risposto il 9 febbraio 2017, presso la Commissione Finanze della Camera, all’interrogazione 5-10524 fornendo dati analitici in merito al volume della spesa per gioco d’azzardo in Italia.

Il rappresentante del Governo ha risposto alla Camera, il 13 gennaio 2017, all’interpellanza 2-01569 sugli interventi urgenti, in particolare nel campo della pubblicità, per contrastare la crescita del gioco d’azzardo registratasi in Italia anche nel 2016.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri ha risposto per iscritto, il 13 dicembre 2016, all’interrogazione Camera  4-14511 sulla sponsorizzazione della nazionale italiana di calcio da parte del network multinazionale di scommesse e giochi online Intralot (gruppo Gamenet) e sulle ulteriori limitazioni alla pubblicità del gioco d’azzardo. In precedenza il rappresentante del Governo ha risposto alla Camera, il 14 ottobre 2016, all’interpellanza 2-01503 . Sullo stesso tema anche interrogazioni e interpellanze Camera 3-02532, 4-14421, 4-14426, 2-01496, e Senato 3-03200, 4-06467 e 4-06463.

Il sottosegretario alla Salute ha risposto il 25 ottobre 2016, alla Camera, all’interrogazione 3-02399 sulle misure per contrastare la ludopatia tra i minorenni, con particolare riguardo al gioco d’azzardo on line e al ticket redemption, fornendo elementi sugli studi e ricerche attualmente all’esame  dell’Osservatorio sul gioco d’azzardo.

Il sottosegretario all’Economia ha risposto in Commissione Finanze del Senato, il 18 ottobre 2016, all’interrogazione 3-03086 sul bando di gara per la concessione dell’esercizio dei giochi pubblici e sulla situazione dei Centri Trasmissione Dati (CTD) non regolarizzati. Sullo stesso tema vedi anche l’interrogazione 3-03078

Il sottosegretario alla Salute ha risposto alla Camera, il 20 settembre 2016, all’interrogazione 5-09238 sulla composizione dell’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e della dipendenza grave, al fine di evitare qualsiasi conflitto di interessi e incompatibilità e sull’utilizzo dello stanziamento di bilancio.  Sullo stesso argomento vedi anche l’interrogazione Senato 4-06160.

Il rappresentante del Governo ha risposto il 6 luglio 2016, presso la Commissione Affari sociali della Camera, all’interrogazione 5-08730 sulle dimensioni del fenomeno del gioco d’azzardo in Italia e sull’attuale situazione dei servizi per la cura ed il recupero dei pazienti affetti da gioco d’azzardo patologico e problematico.

Il 12 maggio 2016 il Ministro per gli affari regionali e le autonomie ha risposto in Assemblea al Senato ad un question time sulla proliferazione delle slot machine e sulle misure per contrastare la ludopatia.

Il sottosegretario all’Economia ha risposto il 4 maggio 2016, presso la Commissione Finanze della Camera, all’Interrogazione 5-08569 sulla raccolta complessiva del gioco d’azzardo nel 2015, suddiviso per le diverse tipologie di gioco e per regione, sulla parte distribuita tramite le vincite, e sulle conseguenti entrate per lo Stato (vedi al riguardo anche il sito di Avviso Pubblico).

Il rappresentante del Governo ha risposto il 7 aprile 2016, in Commissione Finanze della Camera, all’interrogazione 5-08269 sulla progressiva riduzione del numero di slot machine prevista dall’ultima legge di stabilità.

Il sottosegretario per la Salute ha risposto l’11 febbraio 2016, presso la XII Commissione della Camera, all’interrogazione 5-07592 sui tempi di attivazione dell’Osservatorio per il contrasto e la diffusione del gioco d’azzardo e l’impiego delle risorse stanziate per il contrasto del gioco d’azzardo patologico. Sullo stesso tema vedi anche l’interrogazione Atto Camera 3-01955.

Il rappresentante del Governo ha risposto il 3 dicembre 2015, presso la Commissione Finanze della camera, all’interrogazione Atto Camera 5-07143 sul numero effettivo di slot e video lotterie nelle diverse aree territoriali del nostro Paese e sulla scadenza delle relative concessioni.

La Commissione Affari sociali della Camera ha discusso il 5 novembre 2015 la risposta del Governo all’interrogazione 5-06884 del 4 novembre 2015 riguardante l’attività svolta dal Servizio sanitario nazionale per l’assistenza dei pazienti affetti da gioco d’azzardo patologico.

Il rappresentante del Governo ha risposto il 5 novembre 2015 all’interrogazione Atto Camera 5-06879 del 4 novembre 2015 sulla diffusione delle vincite istantanee (Gratta e vinci) nel nostro Paese.

Il Ministro della Salute ha risposto alla Camera, il 21 ottobre 2015, all’interrogazione 3-01785 sui profili sanitari della dipendenza da gioco patologico, con particolare riferimento all’attività dell’Osservatorio sulla ludopatia e all’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza.

Il Ministro dell’Economia ha risposto alla Camera, il 16 settembre 2015, all’interrogazione 3-1698 sulle iniziative del Governo e sulle risorse finanziarie stanziate per contrastare la ludopatia.

Il sottosegretario all’Economia ha risposto in commissione alla Camera, il 4 giugno 2015, all’interrogazione 5-5701 sulla mancata adozione del decreto ministeriale sulla ricollocazione delle sale da gioco e sugli intendimenti del Governo di affrontare tale tematica nell’ambito della delega prevista dalla legge n. 23 del 2014.

Il rappresentante del Governo ha risposto in commissione alla Camera, il 13 maggio 2015, all’interrogazione 5-5568 sulla possibilità da parte dei comuni di stabilire tariffe Tasi agevolate a favore degli esercizi commerciali che non detengono apparecchiature per il gioco d’azzardo.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, il 1° aprile 2015, all’interrogazione 5-05213, riguardante il fenomeno delle società legalmente stabilite in altri Paesi europei che hanno costituito in Italia reti fisiche di raccolta di scommesse alternative a quelle proprie dei concessionari di Stato.

Il rappresentante del Governo ha risposto in commissione, in data 19 febbraio 2015, all’interrogazione 3-00791 inerente l’apertura di una grande sala giochi a Milano, esponendo le misure adottate da Governo, Regione Lombardia, Comune e Azienda per i monopoli di Stato in tema di rilascio delle autorizzazioni e di contrasto al fenomeno della ludopatia.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, il 29 ottobre 2014, all’interrogazione 5-03896 sulla revisione della normativa sula tassazione delle vincite da gioco.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, il 22 ottobre 2014, all’interrogazione 5-03835 sulle competenze dei comuni in materia di ricollocazione delle sale da gioco.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, il 16 ottobre 2014, all’  interrogazione 5-03791 sulle campagne di comunicazione e sensibilizzazione in ordine ai rischi connessi al gioco patologico e all’utilizzo di giochi illegali.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto alla Camera, in data 10 ottobre 2014, all’interpellanza 2-00689, concernente gli investimenti pubblicitari per la promozione del gioco d’azzardo e le possibili modifiche alla disciplina relativa agli investimenti per la promozione e la pubblicità del gioco del lotto.

Il rappresentante del Ministero dell’Interno ha risposto il 30 luglio 2014 all’interrogazione 4-00820 sui poteri dei Comuni di prevedere limitazioni anche all’offerta di giochi leciti, come effettuato ad esempio dal comune di Bergamo.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, in data 23 luglio 2014, all’interrogazione 5-03273 sui controlli effettuati dalle Amministrazioni competenti in merito alle violazioni della normativa di contrasto al gioco d’azzardo e a quello patologico.

Il Ministro dell’Economia ha risposto alla Camera, in data 28 maggio 2014, all’interrogazione 3-00845, riguardante l’eliminazione delle penali a carico dei concessionari che volessero rescindere il contratto con la Sisal con la dismissione degli apparecchi di intrattenimento all’interno dei locali commerciali.

Il rappresentante del Ministero della Salute ha risposto alla Camera, in data 7 marzo 2014, all’interpellanza 2-00423 sulle misure per prevenire il gioco d’azzardo patologico, con particolare riferimento ai minori, anche con riguardo alle nuove forme di gioco.

Il rappresentante del Governo ha risposto per iscritto il 20 febbraio 2014 all’interrogazione Atto Camera 4-00202 sulle misure in atto per contrastare le attività illecite nel settore dei giochi e per regolamentare ulteriormente l’area del c.d. gioco lecito.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, in data 12 febbraio 2014, all’interrogazione 5-02126 sulle possibili modifiche al sistema di tassazione del sistema dei giochi.

Il rappresentante del Ministero dell’Economia ha risposto per iscritto alla Camera, in data 18 settembre 2013, all’interrogazione 5-01019 sul giro d’affari del settore del gioco e dell’ammontare delle imposte indirette introitate dall’Erario con riferimento in particolare al settore delle slot machine.


Interrogazioni e interpellanze: iter in corso

Interrogazione Atto Camera 4-16042 sulla mancata indicazione delle reali possibilità di vincita in gran parte dei biglietti delle lotterie istantanee

Interrogazione Atto Camera 4-15667 sulle modalità di svolgimento dei controlli riguardanti il casinò di Sanremo

Interrogazione Atto Camera 4-15488 sulle misure per contrastare il gioco d’azzardo patologico sin dall’età scolare

Interrogazione Atto Camera 5-10532 sulla invasività della pubblicità dei giochi effettuata via internet

Interrogazione Atto Camera 4-15104 sugli interventi di prevenzione della ludopatia, con particolare riguardo alla riduzione del numero delle slot machine

Interrogazione Senato 4-06603 sulle misure per contrastare il fenomeno della ludopatia, con particolare riferimento ai minorenni

Interrogazione Camera 4-14538 sulle misure all’esame della Conferenza unificata Stato autonomie locali in materia di gioco d’azzardo, con particolare riferimento ai rischi conseguenti alla creazione di sale certificate di classe A.

Interrogazione Senato 4-06469 sugli effetti delle proposte del Governo, al vaglio della Conferenza unificata Stato autonomie locali, sul gioco d’azzardo ed in particolare sulla creazione di due tipologie di sale gioco, una delle quali sottratta ai provvedimenti restrittivi di Regioni e comuni

Interrogazione Senato 4-06332 sulle misure per contrastare la proliferazione delle sale da gioco e la presenza delle organizzazioni criminali nel settore del gioco d’azzardo, con particolare riferimento alla situazione di Roma.

Interrogazione Atto Senato 4-06163 sul patrocinio consesso dal Ministero della salute ad un corso di Formazione per operatori sul gioco d’azzardo patologico” organizzato dall’associazione denominata SAPAR.

Interrogazione Atto Camera 4-13824 sulle misure per contrastare la ludopatia, con particolare riferimento alle limitazioni degli orari delle sale da gioco disposte da molte amministrazioni locali.

Interrogazione Atto Camera 3-02273 sull’emanazione dei decreti ministeriali sulla limitazione della pubblicità nelle radio e televisioni.

Interrogazione Atto Camera 5-08749 sulla proliferazione delle sale gioco e delle slot machine nell’area metropolitana di Venezia.

Interrogazione Atto Senato 4-05821 sulla destinazione delle risorse stanziate dall’ultima legge di stabilità per i progetti di prevenzione, cura e riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco d’azzardo.

Interrogazione Atto Senato 3-05818 sule procedure previste per la dismissione delle slot machine al fine di evitare che siano riciclate nel circuito illegale del gioco d’azzardo.

Interrogazione Atto Senato 3-02842 sul divieto di pubblicità del gioco d’azzardo, anche con riferimento ad una recente iniziativa della Sisal di promozione del Superenalotto.

Interrogazione Atto Camera 4-13158 sulla riduzione effettiva delle slot machine prevista dalla legge di stabilità.

Interrogazione Atto Camera 5-08571 sulla dimensione del fenomeno dei giocatori d’azzardo problematici e di quelli patologici e sulle misure di prevenzione e di recupero in essere.

Interrogazione Atto Senato 4-05569 sulle misure per contrastare la ludopatia, anche alla luce dell’esperienza norvegese.

Interrogazione Atto Senato 4-05478 sull’estensione dei divieti di apertura di sale da gioco, attualmente previsti solo da alcune regioni e alla riduzione del numero delle slot machine.

Interrogazione Atto Senato 3-02676 sull’estensione del divieto di apertura di sale da gioco e di pubblicità del gioco d’azzardo in prossimità di luoghi sensibili” (scuole, luoghi di culto etc).

Interrogazione Atto Camera 4-12231 sulla diffusione delle slot machine e sulla crescita del fenomeno della dipendenza da gioco.

Interrogazione Atto Camera 3-02053 sui messaggi ingannevoli contenuti nella pubblicità del gioco d’azzardo con particolare riferimento a quella del gioco on line.

Interrogazione Atto Camera 4-12156 sulle misure per contrastare la diffusione del gioco d’azzardo, con particolare riferimento alle Video Lottery Terminals (VLT) per le quali è prevista una nuova massiccia attivazione di nuovi.

Interrogazioni Atto Camera 4-12025 e 4-10604 sulle misure per contrastare la diffusione della ludopatia tra i minori causati dalle c.d. ticket redemption machine, cioè dalle macchinette che, in caso di vincita, erogano ticket con i quali ottenere dei premi.

Interrogazione Atto Camera 4-11676 sul conferimento ai sindaci dei poteri necessari a contrastare il gioco d’azzardo patologico.

Interrogazione Atto Camera 4-11442 sulle misure per contrastare la ludopatia ed attuare un piano di recupero e assistenza delle persone affette dal gioco d’azzardo patologico.

Interrogazione Atto Senato 3-02436 sull’accordo di ricerca stipulato tra Istituto superiore di sanità e Agenzia delle dogane e sull’adozione di misure severe di contrasto del gioco , a partire dall’introduzione del divieto di pubblicità.

Interrogazione Atto Senato 4-4950 sulla regolamentazione degli orari delle sale da gioco, con particolare riferimento al regolamento approvato dal sindaco di Vicenza.

Interrogazione Atto Senato 4-04832 sulla predisposizione di un piano organico di contrasto della ludopatia e della presenza della criminalità organizzata in questo settore.

Interrogazione Atto Senato 4-04831 sulle misure del Governo per contrasto la diffusione del gioco d’azzardo tra i minori, con particolare riferimento alle baby slot.

Interrogazione Atto Senato 4-04741 sulle misure del Governo contenute nella legge di stabilità per la riduzione effettiva dei centri scommesse e per il contrasto della ludopatia e delle infiltrazioni della criminalità organizzata in questo settore.

Interrogazione Atto Camera 4-10466 sull’attività svolta dalla società Starvegas, che risulterebbe collegata ad altri soggetti colpiti da interdittiva antimafia.

Interrogazione Atto Camera 4-10030 sul riciclaggio di denaro ed altre attività illecite in Veneto evidenziate dall’”Operazione Gambling”.

Interrogazione Atto Camera 3-01652 sulle iniziative per imporre il divieto delle pubblicità del gioco d’azzardo.

Interrogazione Atto Senato 3-01977 sull’ulteriore ampliamento dell’azione degli enti locali per contrastare il fenomeno della ludopatia.

Interpellanza Atto Camera 2-00890 sulle iniziative, di carattere normativo ed ammnistrativo, per contrastare la diffusione del gioco d’azzardo e le attività delle organizzazioni criminali ad esse collegate, con particolare riferimento al comune di Altamura.

Interrogazione Atto Senato 3-01027 sul pieno rispetto da parte del comune di Milano della normativa regionale, che vieta di collocare apparecchi per il gioco d’azzardo lecito in locali che si trovino a una distanza inferiore a 500 metri da scuole di ogni ordine e grado, luoghi di culto, impianti sportivi

Interrogazione Atto Camera 4-08627 sulle inchieste giudiziarie riguardanti attività di contraffazione di schede di video poker e di l’attivazione di un sistema di giochi online non autorizzati

Interrogazione Atto Senato 4-02424 sulle iniziative per contrastare il fenomeno della ludopadia, anche con riguardo ai nuovi Livelli essenziali di assistenza

Interrogazione Atto Camera 4-06312 sulle misure di riduzione del volume della pubblicità legata al gioco d’azzardo.

Interrogazione Atto Camera 4-05389 sulle misure per contrastare il gioco d’azzardo e le attività illecite svolte in questo settore dalla criminalità organizzata.

Interrogazione Atto Camera 3-01486 sulla pubblicazione dei dati sul volume del gettito delle diverse tipologie di gioco nel 2014 e sulle connessioni tra il settore del gioco d’azzardo e quello delle scommesse

Interrogazione Atto Camera 3-01444 sulle iniziative anche di carattere normativo per ridurre la pubblicità legata al gioco d’azzardo.

Interrogazione Atto Camera 4-07923 sulle misure per contrastare le attività di riciclaggio e di usura connesse al gioco d’azzardo illegale, con particolare riferimento al territorio delle Marche

Interrogazione Atto Camera 3-01206 sulle misure adottate per individuare i punti di scommessa clandestini e l’attività di riciclaggio di denaro ad essi collegati.

Interrogazione Atto Senato 4-01768 sulle iniziative per contrastare la proliferazione del fenomeno del gioco d’azzardo, anche sulla base degli indirizzi espressi a livello parlamentare

Interrogazione Atto Senato 4-02058 sul processo di ricollocazione delle sale giochi, previsto dalla normativa vigente, con particolare riferimento al rispetto delle distanze da istituti scolastici primari e secondari, strutture sanitarie ed ospedaliere, luoghi di culto, centri socio-ricreativi e sportivi

Interrogazione Atto Camera 3-01104 sulla forte diffusione degli apparecchi di gioco illeciti, con particolare riferimento al Trentino Alto Adige.

Interrogazione Atto Camera 4-05122 sulle misure per contrastare la diffusione del gioco d’azzardo, in particolare tra i minori

Interrogazione Atto Camera 4-04782 sui controlli attivati per contrastare l’attività di riciclaggio collegata al gioco d’azzardo.

(ultimo aggiornamento 24 marzo 2017)