Caporalato: atti di indirizzo e controllo

Camera e Senato hanno dedicato particolare attenzione al fenomeno dello sfruttamento dei lavoratori in agricoltura, oggetto anche di uno specifico provvedimento legislativo. Si dà conto di seguito degli atti dei quali si è concluso l’iter.

Atti di indirizzo

Le commissioni Lavoro e Agricoltura della Camera hanno approvato il 2 dicembre 2015 due risoluzioni riguardanti il contrasto del fenomeno del caporalato, prevedendo anche misure volte a confiscare i beni per le imprese che si macchiano del reato di caporalato ed il riutilizzo delle relative risorse per scopi di utilità sociale ovvero per l’indennizzo o per la promozione del reinserimento lavorativo di soggetti vittime del caporalato (vedi in particolare la risoluzione 8-00158).

Interrogazioni e interpellanze

Il Ministro per le politiche agricole ha risposto l’8 novembre 2017 all’interrogazione Camera 3-03344 sulla prima attuazione della legge di contrasto del caporalato.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 28 novembre 2016, all’interrogazione Camera 4-10186 sulle misure per contrastare il fenomeno dello sfruttamento dei lavoratori agricoli nel Salento.

Il Ministro della giustizia ha risposto per iscritto, il 23 novembre 2016, all’interrogazione 4-10146 sulle indagini svolte dalla magistratura in merito ad alcuni casi di decesso di lavoratori avvenuti in Puglia

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 14 novembre 2016, all’interrogazione Camera 4-13219 sulle attività di contrasto del caporalato in agricoltura.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 12 ottobre 2016, all’interrogazione Senato 4-05349  sulle attività di contrasto del caporalato in agricoltura e per l’assistenza sanitaria ai lavoratori stagionali

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 22 settembre 2016, all’interrogazione Senato 4-05803 sulle iniziative contro lo sfruttamento del lavoro agricolo irregolare, con riferimento soprattutto alla provincia di Latina.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto il 20 settembre 2016, alla Camera, all’interpellanza 2–01071 sull’impiego di lavoratori extracomunitari per la vendemmia, con particolare riferimento al Piemonte, fornendo stati sulle attività di vigilanza e controllo messe in atto dalle amministrazioni interessate su tutto il territorio nazionale.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 4 agosto 2016, all’interrogazione 4/04854 sullo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura, con specifico riferimento alla provincia di Latina.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto il 28 luglio 2016 all’interrogazione Sentato 4-04732 sulle più recenti misure adottate dal Governo, in attesa dell’approvazione dei progetti di legge in materia.

Il Ministro dell’Interno ha risposto il 29 giugno 2016 all’interrogazione 3-02351 sulla situazione nelle campagne di Rosarno, con riferimento anche alle misure per contrastare lo sfruttamento dei lavoratori.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 4 maggio 2015, all’interrogazione 5/08556 sul fenomeno assimilabile al caporalato presso lo nello stabilimento Fincantieri di Ancona.

Il rappresentante del Ministero del lavoro ha risposto per iscritto l’11 marzo 2016 ad un’interrogazione (4-10501), con specifico riferimento al fenomeno del caporalato nell’area del Calatino in Sicilia.

Il rappresentante del Ministero dell’Agricoltura ha risposto per iscritto, il 9 marzo 2016, all’interrogazione 5/04757 sugli interventi per contrastare lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto alla Camera, il 19 febbraio 2016, all’interpellanza 2/01274 su fenomeni di caporalato registratisi nel Modenese.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 4 febbraio 2016, all’interrogazione 4/09379 sulle misure messe in atto dal Governo per contrastare il fenomeno del caporalato, con particolare riferimento alla situazione della regione Puglia. Sullo stesso tema vedi anche l’interrogazione Senato 4-06452

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto in Commissione Lavoro del Senato, il 12 gennaio 2016, all’interrogazione 3-02451  sulle misure di contrasto del caporalato, con particolare riferimento alla provincia di Cesena-Forlì.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto il 9 dicembre 2015, presso la XI Commissione del Senato, all’interrogazione 3-2154

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto per iscritto, il 22 dicembre 2015, all’interrogazione 4-04155 sul ricorso a lavoratori in nero nella regione Puglia.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto il 9 dicembre 2015, presso la XI Commissione del Senato, all’interrogazione 3-02154

Il Ministro dell’Interno ha risposto il 27 novembre 2015, alla Camera, all’interpellanza 2/01161 sul rispetto del Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, in particolare in relazione al fenomeno del caporalato.

Il rappresentante del Ministero dell’Agricoltura ha risposto per iscritto, il 9 settembre 2015, all’interrogazione 5-6313 ed il 12 maggio 2016, all’interrogazione 5-08654, sulla costituzione della Rete del lavoro agricolo di qualità.

Il sottosegretario al Lavoro ha risposto alla Camera, il 9 agosto 2015, all’interpellanza 2/00973 sul fenomeno del caporalato, con particolare riferimento alla situazione della Marsica.

Il sottosegretario all’Interno ha risposto per iscritto, il 30 aprile 2015, all’interrogazione 4-03798 sul fenomeno del caporalato nella provincia di Ragusa.

Il sottosegretario all’Interno ha risposto per iscritto, il 6 marzo 2015, all’interrogazione 4/02838 sulle dimensioni del fenomeno del caporalato e sugli interventi legislativi da adottare.

Il sottosegretario all’Interno ha risposto per iscritto, il 16 dicembre 2014, all’interrogazione 4/01450 sul quadro normativo esistente per contrastare il fenomeno del caporalato.

Il Viceministro dell’interno ha risposto per iscritto, il 7 ottobre 2014, all’interrogazione 4/04911 sul fenomeno del caporalato nella provincia di Latina.

Il sottosegretario all’Interno ha risposto per iscritto, il 17 dicembre 2013, all’interrogazione 4-01033  sullo sfruttamento di lavoratori extracomunitari in provincia di Cuneo. Sullo stesso tema vedi anche la risposta del Governo del 12 maggio 2015 all’interpellanza 2-00784.

Il rappresentante del Ministero dell’Agricoltura ha risposto per iscritto, il 14 novembre 2014, all’interrogazione 5-01454 sulla presenza di organizzazioni criminali in agricoltura.

Il sottosegretario all’Interno ha risposto in Commissione Affari costituzionali della Camera, il 13 novembre 2013, all’interrogazione 5-00454 sull’emergenza immigrazione nelle campagne del Salento.

(ultimo aggiornamento 9 novembre 2017)