Riconoscimento alla memoria di Pio La Torre: Roma, 13 settembre

Si svolgerà mercoledì 13 settembre a Roma, alle ore 10,30, presso la sede della FNSI (corso Vittorio Emanuele II, 349) l’iniziativa ‘Pio la Torre per i diritti’, promossa da Cgil, Avviso Pubblico e Federazione Nazionale della Stampa.

Una cerimonia organizzata in occasione del 35° anniversario dell’approvazione della legge Rognoni-La Torre, che il 13 settembre 1982 ha introdotto nel nostro ordinamento il reato di associazione mafiosa, includendo norme relative alle misure di confisca patrimoniale, allo scopo di realizzare una più efficace azione di contrasto al potere economico delle mafie, derivante dall’ingente accumulazione illecita di beni e di capitali.

Oggi, a trentacinque anni di distanza, l’attualità descrive un’economia pesantemente infiltrata e inquinata dalla criminalità organizzata e dalle mafie. Per sconfiggere un sistema criminale che trae forza dal suo potere economico, è necessario unire le forze e le competenze istituzionali, del mondo del lavoro e della società civile. Ne va della vita democratica e delle prospettive di sviluppo del nostro Paese.

Questo anniversario non è solo un fondamentale esercizio di memoria. Rappresenta un ulteriore spinta per tradurre in gesti concreti l’impegno e le competenze confluite nel nuovo Codice antimafia, la cui approvazione entro la fine dell’attuale legislatura non è solo una richiesta, ma un’impellente necessità.

Un’approvazione sollecitata nei mesi scorsi anche attraverso un Appello rivolto al Parlamento e al Governo da Avviso Pubblico, Libera, Legambiente, CGIL-CISL-UIL. Il nuovo Codice antimafia è volto a rendere più efficaci e tempestive le misure di prevenzione patrimoniale e personali, ad estendere i casi di confisca obbligatoria e a favorire la ripresa delle aziende sottoposte a sequestro. Un provvedimento necessario per la democrazia e per la legalità.

Anche per questo Cgil, Avviso Pubblico e Fnsi hanno deciso di istituire questo Riconoscimento ‘Pio la Torre per i diritti’, per premiare coloro che, nel mondo del sindacato, della pubblica amministrazione e del giornalismo, si sono particolarmente distinti per l’impegno civile e politico, per la democrazia, i diritti e la legalità.

Saranno presenti alla cerimonia di consegna del riconoscimento: il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra, il Presidente di Avviso Pubblico Roberto Montà, il responsabile legalità Fnsi Michele Albanese, che insieme a Paolo Borrometi, Franco La Torre, Marco Omizzolo, Stefania Pellegrini, Pierpaolo Romani e Luciano Silvestri, hanno partecipato alla selezione di storie esemplari di antimafia e di impegno civile.

Conclude Piergiorgio Morosini, membro del Consiglio superiore della Magistratura.

Scarica la locandina

Resta informato sull'attività di Avviso Pubblico!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Posted in: