Leggi contro mafie e corruzione: anche i Comuni di Bologna, Reggio Emilia e Volterra sostengono l’Appello di Avviso Pubblico, Libera, Legambiente, CGIL, CISL e UIL

Il Sindaco di Bologna Virginio Merola, a nome dell’Amministrazione comunale, si associa all’Appello al Parlamento e al Governo promosso da Avviso Pubblico, Libera, Legambiente, Cgil, Cisl e Uil per approvare in via definitiva alcune leggi per rafforzare la prevenzione e il contrasto alle mafie e alla corruzione, tra cui: la riforma del codice antimafia e della prescrizione, la tutela degli amministratori sotto tiro, la Giornata della memoria, le misure a favore dei testimoni di giustizia e il riordino del settore dei giochi.

“In questi giorni, in cui in città è presente la ‘Mehari’ del giornalista Giancarlo Siani assassinato dalla camorra il 23 settembre 1985, voglio rilanciare questo Appello che condividiamo appieno – ha dichiarato il sindaco Merola – il Comune di Bologna è socio di Avviso Pubblico e ha ospitato con orgoglio la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie il 21 marzo 2015”.

Anche il Consiglio comunale di Reggio Emilia ha approvato un Ordine del Giorno urgente per sostenere l’Appello. Un documento nel quale si impegnano il Sindaco Luca Vecchi e la giunta a sensibilizzare la cittadinanza e i parlamentari reggiani per la rapida approvazione delle leggi da tempo ferme in Parlamento. Analogamente anche la Giunta comunale di Volterra (Pisa) ha approvato una delibera di adesione all’Appello.

All’Appello avevano già aderito la Regione Calabria e i Comuni di Casal di Principe, Nichelino e Castelfranco Emilia, a cui si aggiungono la Regione Emilia Romagna, i Comuni di Mantova, Latina, Gazoldo degli Ippoliti (Mn), Niscemi (Cl), Trezzano sul Naviglio (Mi), Cinquefrondi (Rc)Fidenza (Pr) e Marina di Gioiosa Ionica (Rc), la Consulta nazionale antiusura, l’Associazione Comuni virtuosi e la Consulta territoriale per la legalità della Provincia di Mantova.

L’Appello ha inoltre avuto il sostegno del Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, della Presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi, dell’On. Doris Lo Moro, già Presidente della Commissione parlamentare sul fenomeno delle intimidazioni agli amministratori locali, dei Senatori Stefano Vaccari e Lucrezia Ricchiuti, dei Deputati Davide MattielloFrancesco D’Uva e Marco Carra.

Per aderire all’Appello basta inviare all’indirizzo mail stampa@avvisopubblico.it la propria dichiarazione o quella del proprio ente, Comune, Regione, impegnandosi a diffonderla anche attraverso i propri canali.

Per maggiori informazioni si prega di contattare la Responsabile dell’Ufficio stampa di Avviso Pubblico Giulia Migneco al seguente recapito telefonico 335.7305980

Scarica l’Appello

Leggi le dichiarazioni dei soggetti promotori

Leggi le dichiarazioni dei sostenitori dell’Appello

Scarica le schede sintetiche sui pdl sostenuti nell’Appello Scarica la Rassegna Stampa

Resta informato sull'attività di Avviso Pubblico!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Posted in: