Gli anni novanta del XX secolo sono stati particolarmente tragici e difficili per il nostro Paese. Lo scoppio di Tangentopoli, il crollo di un sistema politico corrotto, le uccisioni dei giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e degli agenti delle loro scorte. Le bombe fatte scoppiare a Firenze, Milano e Roma. Un vero e proprio attacco frontale allo Stato come non si era mai visto prima in Italia. Le mafie, Cosa nostra in particolare, avevano iniziato la loro strategia della tensione. La corruzione stava divorando le istituzioni. La paura e lo smarrimento erano sentimenti diffusi. Che fare di fronte a questo scenario? Un gruppo di amministratori locali di varie regioni e appartenenze politiche, capeggiati da un giovane sindaco di un comune del modenese, decise di dare vita ad un’associazione con l’obiettivo di mettere in rete gli enti locali e le Regioni che volevano impegnarsi in progetti di formazione civile contro le mafie, diffondendo buone pratiche e non lasciando sole le persone più esposte. Fu così che il 22 maggio 1996, un anno dopo Libera, nacque “Avviso Pubblico”, una realtà che oggi conta più di 370 enti soci.

In questo libro dal titolo “Vent’anni di lotta alle mafie e alla corruzione. L’esperienza di Avviso Pubblico” curato da Giulia Migneco e Pierpaolo Romani, grazie ai contributi di Franco Roberti, Rosy Bindi, don Luigi Ciotti, Doris Lo Moro, Agnese Moro, Enzo Ciconte, Alberto Vannucci, e di tutti coloro i quali hanno ricoperto sino ad oggi la carica di Presidente di “Avviso Pubblico”, si racconta non solo la storia di 20 anni di vita di un’associazione, ma anche 20 anni di storia d’Italia. Una storia di scandali, di lutti e di tragedie ma, soprattutto, una storia di resistenze e di impegno.

Avviso Pubblico ha deciso di devolvere l’intero ricavato delle vendite del libro per finanziare una o più borse di studio destinate a giovani laureati che collaboreranno con l’Osservatorio parlamentare di Avviso Pubblico. Acquistando il volume attraverso i nostri canali lo riceverai direttamente a casa e contribuirai a sostenere l’attività di ricerca della nostra Associazione.

Per ulteriori informazioni contattare la dott.ssa Francesca Scaramozzino, ai seguenti recapiti: e-mail segreteria@avvisopubblico.it; Tel. 334 6456548