Rivedere le caratteristiche tecniche delle slot machine: le proposte del Ministero della salute

Il quotidiano Avvenire, che sta dedicando una particolare attenzione al tema della ludopatia e delle misure volte a contrastarla, dà conto di un documento del Ministero della salute, redatto sulla base delle indicazioni dell’Osservatorio sul gioco d’azzardo, volto a ridefinire in modo più rigoroso i requisiti tecnici delle slot machine, in previsione della progressiva riduzione e sostituzione di tali apparecchiature già disposta dalla legge di stabilità approvata nel 2015, peraltro non ancora avviata.

Le indicazioni del Ministero della salute sono molto importanti perché volte a contenere l’attrattività delle slot machine, le cui caratteristiche tecniche (velocità dei rulli, frequenza di piccole vincite, etc) sono oggetto di un progressivo affinamento da parte delle industrie costruttrici al fine di favorire la dipendenza del giocatore e spingerlo in uno stato di vera e propria “trance”. Ciò spiega il grande “successo” di tali attrezzature che assorbono oltre il 50 per cento della spesa complessiva per il gioco d’azzardo in Italia, nonostante che la giocata massima sia attualmente di 1 euro a giocata.

Le indicazioni del Ministero della salute possono così sintetizzarsi:

  • Obbligo di utilizzo della tessera sanitaria
  • Introduzione di un limite massimo di 50 euro di perdita giornaliera
  • Previsione di forme di autolimitazione da parte del giocatore (ad esempio perdita massima, tempo di gioco etc)
  • Divieto di utilizzo di banconote, riduzione della singola giocata a 50 centesimi e mantenimento del tetto di 100 euro per la singola vincita
  • Allungamento dei tempi delle partite
  • Previsione di tempi di stand by e di messaggi periodici sui rischi di dipendenza dal gioco
  • Attivazione di controlli da remoto sulle attrezzature al fine di consentire automaticamente la verifica del rispetto degli orari di accensione delle attrezzature sulla base della disciplina stabilita dagli enti locali

Il Ministero auspica infine l’adozione di regole analoghe anche per le macchine Vlt (che consentono livelli di gioco e di perdita molto più elevati) e misure efficaci di contrasto del gioco illegale.

Avviso Pubblico concorda sulla necessità che il processo di riduzione dell’offerta di gioco si accompagni ad una riscrittura delle caratteristiche tecniche degli apparecchi da gioco al fine di limitare il fenomeno della dipendenza, a contrastare ogni forma di illegalità nel settore e a favorire i controlli da parte delle Amministrazioni coinvolte. Tali proposte dovrebbe essere recepite integralmente all’interno delle Linee guida, attualmente all’attenzione della Conferenza Unificata Stato autonomie locali