Avviso Pubblico a Locri e in tutta Italia per la XXII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie: foto e video

In 25mila a Locri e mezzo milione in tutta Italia in marcia contro le mafie. Sono questi i numeri della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata da Libera e Avviso Pubblico.

Locri e oltre 4000 piazze italiane si sono riempite di giovani, studenti, amministratori locali, rappresentanti istituzionali e di associazioni, cittadini, movimenti e sindacati.

Tutti insieme per ricordare i nomi delle vittime innocenti delle mafie, uno per uno. Una presenza massiccia e consapevole, un forte messaggio di speranza per il futuro del nostro Paese.

A Locri in testa al corteo i familiari delle vittime, dietro di loro una grande bandiera della pace portata da ragazzi migranti giunti in Calabria a bordo di barconi. A seguire gli amministratori locali aderenti ad Avviso Pubblico e non, con i loro gonfaloni, le autorità e migliaia di persone giunte da tutta Italia.

“Noi amministratori di Avviso Pubblico crediamo che la migliore risposta alle mafie, alle loro intimidazioni e minacce, sia vedere questa piazza piena e che il miglior modo di fare memoria sia una politica consapevole. Una politica che prende coscienza che le mafie sono qui e in mezzo a noi, che le mafie sono dentro le istituzioni, nei luoghi di lavoro, nei settori del commercio, dell’economia e dell’industria”, sono queste le parole del Presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà, dal palco di Piazza dei Martiri. “Una politica consapevole deve essere anche responsabile e deve saper fare delle scelte. Abbiamo bisogno di saper selezionare il consenso perché è intorno ad esso e alle istituzioni deboli che si genera quella zona grigia”.

Alcune riprese del corteo e il discorso completo del Presidente Montà:

A seguire l’intervento di don Luigi Ciotti, Presidente di Libera, il quale ha dichiarato: “La prima mafia si annida nell’indifferenza, nella superficialità, nel quieto vivere, nel puntare il dito senza far nulla, nel girarsi dall’altra parte. L’omertà uccide, la verità è la speranza. “Coraggio e umiltà – ha aggiunto Ciotti – non richiedono eroismi ma generosità e responsabilità. Consapevolezza e responsabilità sono inseparabili”.

Guarda tutte le foto dalla piazza di Locri Scarica la rassegna stampa

Il Presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà, a Buongiorno Regione Calabria

Il Presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà, su Telemia (dal minuto 37.40)

Il Responsabile Osservatorio Parlamentare di Avviso Pubblico, Giulio Marotta, a Buongiorno Regione Lazio

Locri, gli Enti locali contro le infiltrazioni mafiose: il resoconto del Seminario di Avviso Pubblico

Insieme a Locri, anche altre città italiane hanno ricordato nello stesso momento le vittime innocenti di mafia con più di 4 mila iniziative organizzate su tutto il territorio nazionale, dai piccoli borghi alle grandi città, da nord a sud del Paese. Più di 500 mila persone sparse in oltre 4000 piazze italiane. Persone di tutte le età, studenti, amministratori e rappresentanti di Avviso Pubblico, per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita per mano delle mafie e per fare in modo che questa memoria si trasformi in impegno collettivo, consapevole e partecipe.

L’Italia contro le mafie: le foto delle tante iniziative sui territori Scarica la rassegna stampa delle iniziative regionali

Tutto il materiale fotografico e video sarà caricato nei prossimi giorni

Resta informato sull'attività di Avviso Pubblico!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Posted in: